fame emotiva

Spesso quando ci viene fame non siamo (realmente) affamati. La maggior parte delle volte si parla di Fame Emotiva.

Il 34% delle persone si è dichiarata inconsapevole e impreparata sui segnali lanciati dal proprio corpo. Molti non riescono a capire la differenza tra fame fisica e fame emotiva e pensano di avere fame anche quando sono sazi.

Come capire questa sottile differenza?

I Segnali della Fame Fisica

La fame fisica ti avverte con questi 4 segnali:

  1. Cresce gradualmente. Non ti avverte subito ma cresce dentro di te man mano che il tempo passa dall’ultima volta che hai mangiato.
  2. Senti una specie di bruciore allo stomaco. Un vuoto che fa quasi male.
  3. Qualsiasi cibo mangerai ti placherà la fame (in questi casi funziona sempre la prova della mela).
  4. È facile da soddisfare (una volta mangiato, passa).

Prova della mela: quando senti un senso di fame chiediti “Ho così fame che mangerei anche una mela?“. Se la risposta è “” allora è fame fisica.


I Segnali della Fame Emotiva

La fame emotiva è più infima ma facilmente riconoscibile facendo attenzione a questi 4 segnali:

  1. È improvvisa! Lei non ti avverte quando arriva, arriva e basta.
  2. È un desiderio che nasce dalla tua mente. Magari hai appena visto una pubblicità di qualche Snack invitante o senti un profumino provenire dall’appartamento del vicino.
  3. Hai in mente un solo cibo specifico o una tipologia di cibo, tipo “qualcosa di cioccolatoso“.
  4. È difficile da soddisfare. La fame emotiva, al contrario di quella fisica, non si placa immediatamente. Ti chiede “ancora un altro po…“.

Cosa fare una volta capita la differenza

Se la fame è fisica basterà mangiare un po’ di frutta e/o verdura. Si placherà subito anche sgranocchiando qualche carota.

Se si tratta di fame emotiva prova a fare così:

Descrivila usando tre parole, definendo come ti senti e cosa provi. Per esempio potresti sentirti annoiato, frustrato, arrabbiato. Cerca di capire da che sentimento proviene la tua voglia.

Una volta identificato reagisci.

Esci, fai una passeggiata. Gioca una partita a scacchi o a qualcos’altro in modo da tenere la mente impegnata. Dedicati ad un Hobby, per esempio potresti dedicarti al giardinaggio (così avrai pure le mani sporche di terra che sono un ottime deterrente).

Quando stai mangiando cerca di farlo consapevolmente evitando le distrazioni.

Non mangiare mai davanti alla TV o al PC.

Pensa a quello che stai mangiando, assaporalo lentamente. Mastica piano, un boccone alla volta. Ogni tanto prova ad usare la forchetta con la mano non dominante.

Sono tutte tecniche che ti aiuteranno a concentrarti maggiormente sul tuo pasto e a capire le sensazioni reali che trasmette il tuo corpo.

Per approfondire leggi anche: 50 modi per vincere la fame nervosa di Susan Albers


Perché non ti iscrivi al nostro percorso motivazionale? Ogni giorno, dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017 ti verrà inviata un’email contenente trucchi, consigli e best practices che ti aiuteranno a realizzare i tuoi obiettivi e a perdere peso in modo costante. Iscriviti: